Le giornate sarde 2007


Giornate-sarde-2007(12)La quinta edizione delle giornate sarde si è conclusa,dopo questa kermesse di cultura,folklore,musica e prodotti tipici possiamo fare dei bilanci.Il bilancio di tutta la manifestazione è più che positivo nella quale è stato affrontato con il convegno su “Sentire il popolo” il ruolo dell’intellettuale in Antonio Gramsci l’On.Luigi Cogodi e la Dott.ssa Paola Pau con i loro interventi hanno evidenziato,il personaggio, il pensiero,la vita,le aspirazioni…

«Io sono stato abituato dalla vita isolata, che ho vissuto fino dalla fanciullezza, a nascondere i miei stati d’animo dietro una maschera di durezza o dietro un sorriso ironico. Ciò mi ha fatto male, per molto tempo: per molto tempo i miei rapporti con gli altri furono un qualcosa di enormemente complicato.»

pensiero di Antonio Gramsci.

Si ringraziano i due relatori che con la loro presenza insieme a quella dell’Assessore al Lavoro e Formazione della Regione Sardegna On Romina Congera dell’On.Gemma Azuni consigliere comune di Roma del Prof.Mario Sanges archeologo Università di Nuoro,della direttrice della scuola Garrone Dott.ssa Maddalena Venditti,della Dott.ssa Ornella Bergamini Presidente del consiglio XIII Municipio di Roma della Dott.ssa Maria Antonietta Schirru hanno dato lustro al convegno e a tutta la manifestazione.
Le serate musicali e folkloristiche sono state condotte da Francesco Spanu,consigliere nazionale della FTP il quale con professionalità ha presentato i gruppi folk “San Lorenzo” di Budoni, “Casteddu De Sa Fae” di Posada e del gruppo folk di Torpè, i quali sia con la sfilata di sabato 26 ottobre e l’esibizione di domenica sul pontile di Ostia hanno deliziato e entusiasmato con i loro balli il folto pubblico,richiamato dalla musica,che ha apprezzato ogni esibizione.

La partecipazione della rappresentanza del gruppo folk di Quartu Sant Elena ha suscitato grande plauso. Con i loro costumi ricchi d’oro e pizzi hanno dato testimonianza di una agiatezza che ha origini nella notte dei tempi.
I Tenores di Bitti con la loro esibizione musicale hanno mostrato tutta la loro competenza con brani particolari ed è stata una perla della serata. I giovani emergenti come Elena Carta e Peppino Patteri hanno dimostrato tutte le loro capacità e quanto siano profonde le radici,le risorse musicali della Sardegna e con quale impegno e passione ci si dedicano.

L’associazione con questa manifestazione ha esposto la migliore produzione sarda sia qualitativa e quantitativa.Un passo particolare di questo scritto va dedicato a Mons.Candido Cubeddu uomo di eccezionale cultura,bontà legato alla sua terra sarda alle sue tradizioni e a tutti i sardi e non residenti a Ostia.Un apprezzamento particolare a tutti gli espositori al pastificio Cellino,Antonio Cossu di Inglesias al torronificio Adriano Demurtas. Il nostro impegno è stato e sarà anche nel prossimo futuro quello di far conoscere sempre di più la Sardegna.

Scarica la video presentazione dell’evento (.exe)